Progetto Accoglienza

Denominazione
progetto
ACCOGLIENZA
Priorità cui si riferisceInnalzare il livello base di competenze chiave e di cittadinanza raggiunto dagli alunni, al termine di ogni segmento
scolastico
Traguardo di risultato Creare un buon clima relazionale
propedeutico a un positivo incedere scolastico
Obiettivo di processo Attivare pratiche inclusive
Obiettivi specificiFavorire l’inserimento degli alunni
Far acquisire fiducia e autostima
Promuovere il rispetto della diversità
Prevenire le difficoltà proprie del
passaggio tra i diversi ordini di scuola
Altre priorità Sviluppare comportamenti adeguati
Situazione su cui
interviene
Cittadinanza attiva tra gli alunni
Senso di appartenenza alla propria
Comunità
Consapevolezza dei diritti e dei doveri
Potenziamento di atteggiamenti positivi
verso le relazioni interpersonali
Attività previsteConoscenza reciproca, conversazioni
guidate, le funzioni della scuola, breve storia della scuola italiana, visita agli spazi
scolastici e conoscenza del personale di riferimento,pianta della classe e schema dell’orario delle lezioni,Carta della
Classe, Regolamento d’Istituto, Diritti e doveri degli alunni e del personale scolastico, Cerimonia dell’Accoglienza.
Risorse materiali
necessarie
Materiale di facile consumo (cartelloni, pennarelli,colori…)
LIM
Risorse umane (ore) /
area
Tutti i docenti dei 3 ordini di scuola
Alunni classi prime
Indicatori utilizzati Osservazioni sistematiche del comportamento degli alunni
Stati di avanzamentoPartecipazione attiva degli alunni alla vita della classe e della scuola
Disponibilità a socializzare e collaborare
Valori / situazione
attesi
Miglioramento dei livelli di competenze nei rapporti interpersonali e sociali

“Matematicando”

Cod. progetto B-1.A-FESR04_POR_CALABRIA-2011-1744 Asse I: Società dell’informazione e della conoscenza Obiettivo A: “Promuovere e sviluppare la Società dell’informazione e della conoscenza nel sistema scolastico” Azione B-1.A: “laboratori e strumenti per l’apprendimento delle competenze di base: laboratori di scienze e matematica”

NUOVA PALESTRA PER LA SCUOLA VITRIOLI

«L’attenzione per le scuole della nostra città è massima. Ogni giorno lavoriamo per mantenere gli ambienti idonei e sicuri per i nostri ragazzi, tra mille difficoltà. La grande sinergia che si è creata tra le scuole e le istituzioni, è forte e continuerà ad essere tale». È quanto dichiarato dal sindaco Giuseppe Falcomatà, durante la sua visita presso la scuola media D. Vitrioli in occasione dell’inaugurazione della nuova palestra polivalente

Presenti anche il consigliere regionale Domenico Battaglia, l’assessore ai Lavori Pubblici Angela Marcianò, i consiglieri comunali Rocco Albanese, Antonino Mileto, Nicola Paris e Giovanni Latella e Carmelo Versace componente del consiglio d’istituto dei ragazzi. A benedire la palestra padre Francesco Giofrè della parrocchia di San Domenico.

Accolto dalla preside Orsola Latella e dall’orchestra della scuola, il sindaco Falcomatà ha potuto ascoltare i ragazzi che hanno mostrato i loro talenti esibendosi con canti e balli.

Il sindaco si è complimentato con i ragazzi e con la preside «solo attraverso la collaborazione è possibile lavorare bene e ciò è possibile solo se si è seguiti dai cittadini: la città non si fa da soli, ma si fa insieme e la scuola è fondamentale per formare una coscienza civica».

«L’istituto Vitrioli è al passo sul fronte dell’impiantistica sportiva, ma anche sul piano del risparmio energetico: l’impianto fotovoltaico e di riscaldamento sono un elemento qualificante di questa scuola e significa essere all’avanguardia e soprattutto in linea con le normative che ci impone la Comunità Europea. L’intervento è stato reso possibile grazie alla sinergia tra l’istituto scolastico e l’Amministrazione comunale. È un esempio dal quale prendere spunto, sfruttando al massimo i fondi regionali e comunitari» ha affermato il primo cittadino. «Sul piano dell’edilizia scolastica e sul piano dell’impiantistica sportiva si può e si deve fare molto di più: si devono scontare moltissimi anni di mancata programmazione, recuperando gli impianti sportivi che ci sono in città ma anche aumentando l’offerta. L’Amministrazione comunale è concentrata su questo ed anche grazie alla rimodulazione del Decreto Reggio, presenteremo il nostro piano per la riqualificazione dei plessi scolastici e l’impiantistica sportiva» ha concluso il sindaco Giuseppe Falcomatà.