LA SCUOLA EDUCA IL TALENTO: “NONUNODIMENO”

È questa una delle parole chiave che la prof.ssa Zanetti dell’Università degli studi di Pavia, massimo esperto in materia di Alto Potenziale Cognitivo, ha voluto evidenziare durante l’incontro formativo tenutosi presso l’Aula Magna dell’Istituto Principe di Piemonte. L’iniziativa, organizzata dalla Dirigente Dott.ssa Maria Morabito in collaborazione con il Di.GI.E.S. (Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane) dell’Università degli studi “Mediterranea” di Reggio Calabria, diretto dal Prof. Massimiliano Ferrara, ha visto la partecipazione di un’amplissima platea di docenti di diverse scuole, di ogni ordine e grado, della provincia di Reggio Calabria motivati a conoscere gli strumenti di approccio e gestione in materia di plusdotazione che interessa un notevole numero di alunni che sono, spesso, di difficile individuazione, ma rappresentano un meraviglioso fattore umano di stimolo e di opportunità all’interno delle classi e, conseguentemente, delle scuole.

Ragazzi e bambini con alto potenziale cognitivo (APC) si differenziano per la velocità e lo stile con cui acquisiscono ed elaborano le informazioni e per le caratteristiche di personalità quali l’elevata sensibilità, l’intensità, l’eccitabilità intellettiva, emozionale e immaginativa che possono costituire fattori di rischio per lo sviluppo di problematiche emotivo-comportamentali.

Come ha sottolineato la Dirigente Morabito, “quello che ci spinge a lavorare in questa direzione è senza alcun dubbio la volontà di includere nel progetto formativo scolastico tutti gli alunni, dedicando ad ognuno di loro la giusta attenzione. Gli studenti ad Alto Potenziale Cognitivo rientrano a pieno diritto nella realtà scolastica oggi sempre più sensibile ai bisogni educativi di tutti i discenti. La nostra responsabilità educativa è coltivare talenti, riconoscere, usare e sostenere il potenziale per star bene!

Nella fase di prolusione ai lavori il prof. Ferrara ha sottolineato la mission dell’Ateneo reggino che si sta proiettando verso il miglioramento delle opportunità formative per tutti gli studenti in una dimensione comunitaria ed internazionale, nonché le evidenze di tale percorso che stanno culminando nella venuta a Reggio del premio Nobel per l’economia. Ha, inoltre, manifestato la volontà del mondo accademico di valorizzare i talenti mediante relazioni scientifiche con l’università di Pavia e con un’azione sinergica e cooperativa con la Dirigente Scolastica dell’I.C. “Vitrioli – Principe di Piemonte”, dott.ssa Maria Morabito, che condurrà alla nascita di uno spin-off del gruppo di lavoro della prof.ssa Zanetti “LabTalento” presso la “Mediterranea”.  La Dirigente Morabito, quale padrona di casa, ha espresso grande entusiasmo per l’istituzione di un accordo di rete che ha registrato l’adesione di ben 16 scuole e l’intendimento di sensibilizzare e divulgare gli addetti ai lavori nei confronti dell’identificazione degli alunni con plusdotazione. Ha, in seguito, narrato l’aneddoto relativo al primo contatto con la prof.ssa Zanetti grazie all’impegno della famiglia di un alunno della scuola che ha condotto, per la prima volta, ad un consiglio di classe in videoconferenza con  l’esperta in questione e ha alimentato la motivazione a porre in essere le diverse iniziative. La prof.ssa Zanetti ha intrattenuto piacevolmente l’uditorio con gli studi di caso al fine di evidenziare le modalità di individuazione della plusdotazione che ha definito come “una costellazione di capacità e abilità proprie dell’individuo, che gli permettono di mostrare un eccezionale livello di performance in uno o più settori” e che la stessa deve essere contestualizzata culturalmente nel senso che il vissuto di crescita personale,  familiare e sociale, nonché gli eventi della vita hanno  un ruolo fondamentale nello sviluppo e nel mantenimento dell’alto potenziale. 

Il successivo panel di discussione è stato caratterizzato dalla vivacità dei quesiti posti dalla platea stimolata e sorpresa di fronte all’innovazione e all’esaustività delle risposte fornite dalla Zanetti e, tra l’altro, fortemente commossa di fronte alla testimonianza diretta di una giovane ragazza con alto potenziale cognitivo. In conclusione, tutti i partecipanti si sono mostrati motivata alla prosecuzione del percorso intrapreso con l’accordo di rete.

OPEN DAY “D. VITRIOLI”

“Formare professionisti ed imprenditori capaci di custodire il passato, migliorare il presente, inventare il futuro”. É questa la Mission dell’Istituto Comprensivo “D. Vitrioli -Principe di Piemonte” attorno alla quale ruota tutta la progettualità curriculare ed extracurriculare della nostra scuola, presentata alle famiglie dalla Dirigente Dott.ssa Morabito in occasione del secondo Open Day del nostro Istituto tenutosi ieri pomeriggio. I genitori e i piccoli visitatori hanno potuto conoscere i docenti, visitare i locali della scuola e partecipare, insieme ai nostri Vitriolini, ai vari laboratori di cui sono stati protagonisti curiosi e attenti. Hanno preso parte alle numerose attività preparate per loro: dallo sport in palestra ai giochi in lingua inglese e spagnola, all’arte, alle scienze, all’informatica, alla musica, per arrivare alla rappresentazione teatrale, al laboratorio sensoriale e infine a delle vere e proprie lezioni di Lettering e consigli sulla Bella grafia! Momenti di informazione, conoscenza reciproca e di interazione finalizzati ad un obiettivo comune: la crescita culturale delle nostre future generazioni.

ORIENTAMENTO IN USCITA CLASSI TERZE

Si avvisano i genitori e gli alunni delle classi terze della scuola secondaria che venerdì 10 gennaio 2019 dalle ore 15.00 alle 18.00 si terrà, presso la scuola Secondaria di primo grado “D. Vitrioli”, la giornata dell’orientamento. Un appuntamento che si rinnova ogni anno nel quale si potranno incontrare le delegazioni degli Istituti superiori per informarsi e valutarne l’offerta formativa in vista delle iscrizioni per il prossimo anno scolastico.

OPEN DAY DEDICATO AGLI ALLIEVI DELL’ISTITUTO

Si è svolto il 20 pomeriggio nei locali della scuola secondaria di primo grado il primo dei due Open Day del nostro Istituto. La Dirigente Dott.ssa Morabito ha accolto i genitori degli alunni delle classi quinte del Principe di Piemonte per presentare loro l’offerta formativa per l’anno scolastico 2020/2021. I piccoli visitatori, guidati dai nostri Vitriolini, hanno partecipato ai diversi laboratori predisposti dai docenti della scuola: il laboratorio artistico con i suoi colori natalizi, il laboratorio di scrittura creativa a tema fiaba, il laboratorio scientifico con i suoi esperimenti, il laboratorio linguistico con giochi e attività in inglese e spagnolo, il salotto letterario, il laboratorio informatico e poi tante attività sportive in palestra. Il tutto accompagnato dalle musiche degli allievi del corso musicale.   Augurandovi un sereno Natale e un felice anno nuovo, vi ricordiamo il prossimo appuntamento con il secondo Open Day del nostro Istituto Sabato 11 gennaio 2020 dalle 15:00 alle 17:00 e dalle 17:30 alle 19:30!

INAUGURAZIONE MUSEO STORICO “PRINCIPE DI PIEMONTE”

Camminare ogni giorno sopra uno scrigno di memorie, ricordi, documenti, parole, scritti, fonti… sapere che dalla tua scuola sono nate tutte le altre scuole della tua città e del territorio reggino… conoscere quali leggi sull’istruzione sono entrate in vigore dagli anni’20 del secolo scorso ad oggi… comprendere come si esprimevano gli alunni che hanno passeggiato per i corridoi e sono stati seduti tra i banchi delle tue stesse aule… capire com’è cambiato il lavoro dei docenti, degli ATA, dei dirigenti e il loro rapporto con le famiglie… Un’opera museale e storiografica che regala alla nostra comunità scolastica ed alla nostra città metropolitana un tesoro dal valore inestimabile… Vi aspettiamo per l’inaugurazione del MUSEO STORICO DELLA SCUOLA “PRINCIPE DI PIEMONTE”!!!