Il progetto “Oro blu” tra i vincitori del concorso

Il lavoro presentato dai ragazzi della classe II D della Scuola Secondaria di Primo Grado “D. Vitrioli”, nell’ambito del concorso Testimoni dei diritti, anno scolastico 2018-2019, organizzato dal Senato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è risultato fra i progetti vincitori.
La Commissione di valutazione ha particolarmente apprezzato il lavoro svolto e ha espresso i più sentiti complimenti per l’entusiasmo e l’impegno con cui i ragazzi, attentamente indirizzati dai docenti, hanno seguito questo percorso formativo, volto a far conoscere ai giovani il testo della Dichiarazione universale dei diritti umani e a far loro comprendere lo spirito e il valore dei princìpi in essa contenuti. È stata valutata con particolare favore la viva partecipazione ai lavori sulla piattaforma didattica SenatoragazziLab.
La premiazione delle classi vincitrici si terrà in Senato nel prossimo anno scolastico, secondo tempi e modalità che verranno concordati con ciascun istituto scolastico nel mese di settembre 2019.

Testimoni dei diritti: “Oro blu”

Il Senato della Repubblica, nel quadro delle attività di formazione rivolte al mondo della scuola, svolte in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, promuove dal 2008 il Progetto – Concorso “Testimoni dei diritti”,  rivolto alle classi prime e seconde delle scuole secondarie di primo grado.

L’iniziativa si propone di far cogliere ai ragazzi l’importanza dei diritti umani attraverso una riflessione comune sulla Dichiarazione universale approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948. In particolare, intende stimolare gli studenti ad approfondire il tema e i princìpi di uno degli articoli della Dichiarazione, verificarne l’attuazione nel proprio territorio e formulare eventuali proposte volte ad assicurarne il rispetto.

Il progetto

Il progetto realizzato  ha condotto i ragazzi alla scoperta dell’acqua non già come fonte inesauribile ma in quanto risorsa necessaria al benessere dell’umanità intera.

Nonostante il progresso tecnologico e la globalizzazione, a causa dell’enorme spreco e della cattiva distribuzione, ancora oggi l’8% della popolazione vive in stato di grave carenza idrica.
L’evoluzione scientifica e tecnologica ha portato l’uomo a uno sviluppo industriale e demografico senza precedenti determinando un bisogno di acqua sempre crescente. Ciò ha comportato un aumento di consumi esponenziale che sta impoverendo sempre di più le falde acquifere con una velocità maggiore di quanto si pensasse.
Attraverso queste considerazioni, i ragazzi si sono accostati  alla cultura dei diritti umani ed hanno compreso che sovente ciò che apparentemente, per le società occidentali, è un diritto di cui beneficiare indiscriminatamente, in realtà in alcune parti del mondo ciò non avviene.

Prendendo spunto da una serie di documenti:

  • Risoluzione ONU del 28 luglio 2010
  • Principi guida sui diritti umani e povertà estrema: i diritti del Povero body – 2007
  • Articolo 25 – Dichiarazione Universale dei Diritti Umani
  • Atti forum mondiali dell’acqua dal 1997 al 2009
  • Forum mondiale dell’acqua di Kyoto 2003
  • Acqua: buon utilizzo e risparmio quotidiano (rif. Legge 152/99)
  • Carta Europea dell’acqua (Consiglio d’Europa, Maggio 1968)
  • Dichiarazione della Coalizione Mondiale contro la privatizzazione e la mercificazione dell’acqua.

e attraverso la lettura attenta degli stessi, gli allievi si sono accostati alla tematica dei diritti umani diventando attenti osservatori del loro territorio per promuovere il rispetto dell’ambiente e delle risorse che ad esso appartengono.

Il progetto ha, altresì, incrementato lo scambio tra la scuola, il territorio e le istituzioni e si è fondato sull’impegno e sulla partecipazione da parte dei diversi soggetti coinvolti, in vista del raggiungimento di un obiettivo comune: la costruzione di una società globale più equa, giusta e solidale. Poiché l’acqua fa parte della nostra vita, e appartiene anche al nostro mondo culturale, alle nostre tradizioni, alla nostra storia, i ragazzi hanno dato  voce a questo prezioso insostituibile elemento vitale; una voce che sappia soprattutto parlare della vita che dall’acqua e con l’acqua si manifesta come forza, come ricchezza e come speranza per il nostro futuro. Lo svolgimento delle attività relative all’argomento si è esteso alla condizione in cui si trovano a convivere molte popolazione del sud del mondo a causa di una non equa distribuzione dell’acqua. Il tema dominante è stato dunque l’utilizzo, il consumo ed il risparmio di questa vitale risorsa naturale.

Materiale prodotto:

Primo premio – Rassegna musicale “Città di San Vincenzo”

Con estreme commozione, soddisfazione e gioia, comunichiamo la vittoria del primo premio assoluto, assegnato alla nostra orchestra del corso ad indirizzo musicale della Scuola Secondaria di I grado, in occasione della XX Rassegna musicale nazionale “Città di San Vincenzo” organizzata dall’Associazione culturale “Etruria Classica”, con il patrocinio e contributo del Comune di San Vincenzo (LI), nella categoria n. 25 – gruppi orchestrali e/o corali da 11 elementi in poi.

L’ensemble musicale Vitriolino ha eseguito “Palladio” di K. Jenkins, il “Valzer n. 2” di D. D. Shostakovich e, infine, “In un mercato persiano” di A.W. Ketelbey con il meraviglioso arrangiamento realizzato dal direttore delle attività musicali, prof. Musarra, nonché dai proff. Basso, Carere, La Mantia e Pandolfino che hanno magistralmente guidato i nostri talentuosi ragazzi che hanno partecipato ad un viaggio d’istruzione tematico volto alla valorizzazione della specifica curvatura musicale e fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica, dott.ssa Maria Morabito.

I brani scelti presuppongono un lavoro di profonda e dettagliata selezione mediante l’approfondimento di ogni declinazione, di ogni colore, di ogni invenzione melodica o armonica che ha condotto al successo e all’eccellenza la nostra Scuola, secondo i dettami propri della mission e della vision istituzionali ove i temi della creatività e la partecipazione a competizioni di qualità, che stimolano lo sviluppo personale e la crescita sociale di ogni discente, rappresentano un valore aggiunto ai processi formativi ed alle politiche educative perseguite…

“PretenDiamo Legalità”

L’’Ufficio Relazioni Esterne della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha avviato, in collaborazione con il MIUR, anche per il corrente anno scolastico 2018/2019, la seconda edizione del progettoconcorso dal titolo “PretenDiamo legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”, finalizzato a promuovere tra i giovani la diffusione della cultura della legalità e del rispetto delle regole.

Gli studenti della scuola secondaria di primo hanno approfondito il seguente aspetto: “Impara a fare le scelte giuste… puoi cambiare il mondo”.

http://www.vitrioliprincipepiemonte.edu.it/home/wp-content/uploads/2019/04/bando-concorso-1.pdf

Adotta un giusto

GARIWO, LA FORESTA DEI GIUSTI
una onlus al servizio della memoria
L’intento di Gariwo è di accrescere e approfondire la conoscenza e l’interesse verso le figure e le storie dei Giusti, donne e uomini che si sono battuti e si battono in difesa della dignità. Opera dal 1999 ma nasce ufficialmente nel 2001 come Comitato foresta dei Giusti-Gariwo e nel 2009 diventa onlus. È presieduto da Gabriele Nissim.

Nel 2003 è nato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo al Monte Stella di Milano, che dal 2008 è gestito dall’Associazione per il Giardino dei Giusti, di cui Gariwo fa parte con il Comune e l’UCEI.
Nel 2012, accogliendo l’appello di Gariwo, il Parlamento europeo ha istituito la Giornata europea dei Giusti – 6 marzo. Nel 2017 l’Italia è stato il primo Paese a riconoscerla come solennità civile, istituendo la Giornata dei Giusti dell’Umanità.

https://it.gariwo.net/educazione/bando-adotta-un-giusto-19239.html

Surfing Glass

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile che rappresentano obiettivi comuni su un insieme di questioni
importanti per lo sviluppo: la lotta alla povertà, l’eliminazione della fame e il contrasto al cambiamento climatico, per citarne solo alcuni. ‘Obiettivi comuni’ significa che essi riguardano tutti i Paesi e tutti gli individui: nessuno ne è escluso, né deve essere lasciato indietro lungo il cammino necessario
per portare il mondo sulla strada della Sostenibilità.
“Surfing Glass” è un’iniziativa che, all’ interno di questa cornice culturale e formativa, stimolando l’inventiva dei ragazzi e il loro senso di squadra, porterà alla scoperta delle preziose proprietà del Vetro, un materiale unico dal punto di vista della sicurezza alimentare e della Sostenibilità.
Quest’anno, infatti, il Concorso intende sensibilizzare e informare rispetto alle caratteristiche dei contenitori in Vetro per uso alimentare sui temi della salute e del riciclo.

https://www.surfinglass.it/